Genova, truffe alle assicurazioni: sequestri per 7 milioni e 12 persone nei guai

Truffavano le assicurazioni da tempo, e avevano messo da parte una fortuna: la Polizia li scopre grazie a un semplice passo falso1 min


GENOVA – La polizia municipale di Genova ha eseguito 12 misure cautelari nell’ambito di una inchiesta su falsi incidenti per truffare le assicurazioni. Eseguiti sequestri di beni per 7 milioni e 200 mila euro oltre ai veicoli coinvolti.

I reati commessi

I reati contestati sono associazione a delinquere finalizzata alla truffa, simulazione di reato, danneggiamento, falsa testimonianza, riciclaggio.

Perquisizioni e arresti

Perquisizioni a Genova, Savignone, Santa Margherita, Crocefieschi, Vobbia, Recco e Casella. Una persona è in carcere, 9 ai domiciliari, una ha obbligo di firma e un avvocato è stato interdetto dalla professione per 6 mesi.

I truffatori

Capo della banda un carrozziere genovese. Gli altri destinatari di misure cautelari sono suoi dipendenti o persone a lui collegate tra cui l’avvocato e un ex commissario della polizia locale genovese in pensione.

Incidenti simulati

Alcuni di loro hanno simulato fino a 53 incidenti, in alcuni casi due nello stesso giorno con lo stesso veicolo. L’attività durava da 10 anni. A insospettire gli agenti l’incidente con una Porsche Cayenne alla cui guida risultava una donna di 93 anni morta da un anno.

I dettagli dell’organizzazione

Sono oltre 270 i falsi incidenti scoperti dalla Polizia municipale che hanno portato a 12 misure cautelari. Il capo dell’organizzazione era Giuseppe Tacchella, titolare della carrozzeria Parodi di via Monte Cengio, a Genova. Secondo quanto ricostruito, l’uomo aveva messo in piedi una vera e propria organizzazione attraverso la quale truffava le assicurazioni. I suoi uomini danneggiavano le auto, mettevano insieme falsi testimoni, tutti istruiti su quanto dire in sede di denuncia o davanti agli investigatori dall’avvocato Roberto Mucciolo, finito ai domiciliari. Un secondo avvocato, Luca Zanin, è stato sospeso dalla professione per sei mesi. La municipale, guidata dal comandante Gianluca Giurato, ha scoperto che Tacchella aveva uno stile di vita ben superiore rispetto a quanto poteva permettere la dichiarazione dei redditi. Aveva una villa con tanto di campo da calcio a Savignone e centinaia di migliaia di euro a disposizione. Alle indagini hanno collaborato anche gli uomini della Guardia di Finanza.

Immagine di copertina rappresentativa


0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cosa vuoi condividere su Genova Fan?
Articolo
Inserisci un articolo con foto, video e immagini
Sondaggio
Inserisci un sondaggio per capire cosa ne pensano gli utenti di Genova Fan di determinati argomenti
Video
Incorpora Youtube, Vimeo o Vine
Immagine
Foto o GIF
Audio
Incorpora Soundcloud o Mixcloud
Gif
Inserisci una gif animata
Trivia quiz
Quanto ne sanno i lettori di Genova Fan su determinati argomenti? Testa le loro capacità!
Lista aperta
Chiedi agli utenti di Genova Fan di votare la migliore foto, musica o video
Test della personalità
Inserisci una serie di domande che rivelano qualcosa della personalità
Elenco
Il Classico Internet Listicles
Conto alla rovescia
Il Classico conto alla rovescia del web
Graduatoria
Inserisci un elenco e chiedi agli utenti di stilare la propria graduatoria
Meme
Carica le immagini e personalizzale con del testo per creare un meme e condividerlo con tutti gli utenti di Genova Fan